TV: PROCESSO AL REALITY, MOSTRO TRASH O RAPPRESENTAZIONE DELLA REALTA'?





Roma - I ragazzi di Studio 254, l'accademia romana di spettacolo e comunicazione fondata dal giornalista e autore tv Cesare Lanza daranno vita ad uno show di fine anno che si terra' martedi' prossimo alle ore 20.30 presso il Teatro Sala Umberto di Via della Mercede 50 a Roma: gli allievi dell'accademia daranno prova di quanto appreso nell'accademia di via Appia Nuova 254. In una sorta di processo, due parti contrapposte si batteranno su questo argomento, al centro di infinite discussioni: il reality e' un mostro trash o e' la rappresentazione aspra della nostra realta'? Lo spettacolo, organizzato come un talk show, vedra' alternarsi momenti di dibattito su temi e argomenti legati al mondo dei reality. Con un a provocazione ambiziosa: il reality e' neorealismo televisivo, paragonabile al neorealismo cinematografico?

Come contrappunto e commento alla discussione, gli allievi dell'accademia Studio 254 proporranno momenti di spettacolo. Il pubblico sara' quello della televisione e del giornalismo. Sulle poltrone rosse del centralissimo teatro della capitale, stavolta siederanno i protagonisti della tv che hanno vinto gli ascolti della trascorsa stagione televisiva. I testi saranno curati, con Lanza, da Gianfranco Scancarello, Silvia Zavattini. Regista Maurizio Spagliardi. Un team che si e' affermato nell'ultima stagione a Questa Domenica, La Fattoria, La Talpa. A moderare la serata, Raffaello Tonon, con l'arduo compito di controllare e misurare gli interventi degli opposti schieramenti. Attesi tra gli ospiti: Paola Perego, Sandra Milo, Alessandro Meluzzi, Anna Pettinelli, Aldo De Luca, Gabriella Germani, Lina Carcuro, Roberto Alessi, Maurizio Mattioli, Floriana Secondi, Milo Coretti, Pasquale Laricchia, Emanuela Tittocchia, Vincenzo Cantatore.

Una speciale giuria di Vip valutera' infine le performance degli allievi, riservando uno speciale riconoscimento ai migliori. L'accademia riapre il prossimo ottobre con nuovi corsi giornalismo, autore televisivo, sceneggiatura, recitazione base, recitazione avanzato, dizione, regia televisiva e cinematografica, personaggi nuovi per la tv, public speaking, casting.

Secondo me il reality - spiega Cesare Lanza all'ADNKRONOS - e' la rappresentazione della realta' che ci circonda. E' una forma di neorealismo televisivo dei nostri tempi che si puo' assimilare al neorealismo del dopoguerra. Mette in scena il mondo di oggi cosi come i registi del neorealismo degli anni Cinquanta hanno rappresentato l'Italia uscita dalla guerra. E' un fenomeno che va accettato senza assumere un atteggiamento di supponenza. I critici, al contrario, di fronte ai reality, sembrano quasi scandalizzarsi: non lo riconoscono come un evento ineludibile della nostra contemporaneita'''.

Parlando dello spettacolo dei suoi allievi, organizzato come un talk show, Lanza spiega:''Lo spettacolo non vuole essere soltanto un saggio di fine anno per le famiglie degli studenti che hanno partecipato alla scuola. Deve essere considerato, invece, come una prova sul campo, alla quale parteciperanno professionisti del mondo dello spettacolo che valuteranno gli allievi. D'altra parte, l'indirizzo che ho voluto dare ai miei corsi e' stato quello di spingere i miei allievi verso il mondo reale della comunicazione e dello spettacolo. Piuttosto che privilegiare la teoria ho preferito puntare l'attenzione sulla pratica''.


Adnkronos, 13-06-09

 





Copyright 2009-2012 www.studio254.it. Tutti i diritti riservati. Disclaimer